« Torna all'elenco dei consigli

Tracheite e bronchite

i nostri consigli

Se l'infiammazione della mucosa dell'apparato respiratorio e l'infezione, causata da un attacco microbico, si espandono più in profondità sino alla mucosa che della trachea e dei bronchi, ci si trova in presenza di tracheiti e bronchiti. Ciò perché il sistema difensivo è debilitato, l'attacco microbico è particolarmente virulento oppure di vi è un'alterazione della capacità dell'apparato respiratorio di espellere muco e sostanze irritanti intrappolate con il solo movimento di ciglia vibratili. Tracheiti e bronchiti si sviluppano soprattutto in inverno, ma anche nei cambi di stagione e d'estate, a causa degli impianti di condizionamento d'aria. Spesso sono conseguenza di un comune raffreddore o di altre infezioni virali del naso e della gola e i virus responsabili sono gli adenovirus, i rhinovirus, i coronavirus, i virus dell'influenza A e B e i virus parainfluenzali. Sintomi della tracheite sono senso di bruciore dietro lo sterno, respiro affannoso e tosse secca e stizzosa, ma anche febbre e malessere generale. Questa infiammazione non è mai localizzata alla sola trachea ma spesso si estende provocando laringiti e/o bronchiti. Se l'infezione raggiunge quindi la mucosa dei bronchi si instaura una tosse produttiva, con escreto vischioso. Questo indica che si è in presenza di una sovrainfezione batterica, che può insorgere anche se era un virus (influenzale) che aveva inizialmente scatenato l'infezione e che non era stato sconfitto. La bronchite è caratterizzata da tosse catarrale intensa e febbre alta (38 - 39 gradi). Particolare attenzione è da porre nei soggetti asmatici o allergici, in quanto può capitare che l'infezione respiratoria provochi improvvisamente il restringimento delle vie aeree e quindi difficoltà respiratoria. Ovviamente la possibilità di contrarre tracheiti e bronchiti aumenta quanto più il sistema immunitario dell'organismo è debilitato. Fattori predisponenti sono l'alimentazione, la quale se povera di vitamine e ricca di zuccheri e cibi raffinati in genere, lo stress, l'assunzione frequente di medicinali (in particolare antibiotici ed antinfiammatori) i quali contribuiscono a rendere più fragile l'organismo nei confronti di attacchi virali e di complicazioni batteriche. Cause di fondo possono essere anche le intolleranze alimentari, non sempre riconosciute. Una fra tutte, l'intolleranza al latte è tra le maggiori responsabili di problematiche respiratorie. I latticini non digeriti producono grandi quantità di muco che può riversarsi nelle vie respiratorie causandone la debolezza e la tendenza ad ammalarsi.

Tosse

La tosse è un riflesso fisiologico che porta il corpo ad espellere aria nel tentativo di liberare le vie aeree da qualsiasi ostacolo presente (agenti irritanti, polveri, catarri, ecc.), allo scopo di proteggere i polmoni da infezioni ed infiammazioni. Proprio in virtù del suo ruolo di "pulizia" dell'apparato respiratorio, la tosse non deve mai essere soppressa, pena il rischio di accumulo di corpi estranei e muco nei polmoni. è anche vero tuttavia che la tosse intensa e persistente, oltre ad essere particolarmente fastidiosa, può provocare danni ai pazienti che soffrono di malattie al cuore o che hanno fratture costali. La tosse va trattata per ciò che è: un segnale di avvertimento che va "capito" e l'espressione della necessità del corpo, che va aiutato, di risolvere un'infiammazione o un'irritazione a carico della mucosa respiratoria. L'approccio per il trattamento della tosse deve necessariamente tenere conto del ruolo fisiologico di questo importante riflesso, favorendo l'espettorazione e al tempo stesso limitando il broncospasmo cui può portare una tosse intensa e prolungata. Contemporaneamente l'infezione che ha portato ai sintomi deve essere contrastata avendo anche cura di rafforzare il sistema immunitario dell'organismo per una più rapida risoluzione dell'infezione e per evitare recidive.

Approccio per il trattamento di tracheite e bronchite

La strategia terapeutica si basa su sei aspetti fondamentali:

  1. Agire per via sistemica con un prodotto in grado di contrastare la proliferazione microbica, sia essa di natura batterica o virale, rafforzare le naturali difese dell'organismo ed impedire l'insorgere di complicazioni
  2. Intervenire con una terapia aerosolica per la pulizia "selettiva", il drenaggio, l'espettorazione e la decongestione delle vie aeree superiori
  3. Integrare la microflora intestinale con l'assunzione di probiotici e principi funzionali vegetali ad azione immunostimolante
  4. Agire sulla tosse, a seconda che essa sia secca o produttiva, con un prodotto in grado di consentirne la fisiologica evoluzione, sedarla senza sopprimerla e lenire l'infiammazione delle mucose
  5. Seguire una dieta adeguata per rafforzare il sistema immunitario
  6. Adottare uno stile di vita volto ad alleviare ansie e stress, per consentire all'organismo di autorafforzarsi

Prodotti consigliati

  • GSE Biotic* o GSE Efferbiotic*
  • GSE Aerobiotic*
  • GSE Symbiotic*
  • GSE Tussive Sed
  • GSE Tussive Flu

*In caso di bambini, sostituire GSE Aerobiotic con GSE Aerobiotic Junior FORTE, GSE Biotic con GSE Biotic Baby 3-12 e GSE Symbiotic con GSE Symbiotic Junior.GSE Efferbiotic può essere utilizzato in alternativa a GSE Biotic o GSE Biotic Baby 3-12.

Prodotti tracheite e bronchite
CLICCA QUI e scarica il modo d'uso e la posologia dei prodotti consigliati, completo della guida all'alimentazione che aiuta a guarire. 03/04/2012
« Torna all'elenco dei consigli